Come funziona la ricarica delle auto elettriche
By : SF Elettrici
Apr 30, 2019
Blog Category
Come funziona la ricarica delle auto elettriche

Funzionamento della ricarica per le auto elettriche

RICARICA DELLE AUTO ELETTRICHE

Nel primo semestre del 2018 in Italia sono state immatricolate quasi tante auto elettriche quante se ne erano immatricolate nell’intero anno prece­dente, ed il medesimo “raddoppio” si è misurato tra il 2017 ed il 2016.

Il mercato delle auto elettriche è in crescita anche se i numeri sono ancora piccoli.

Un auto elettrica ha oggi un autonomia di circa 150 km – 200 km, ovvero è in grado di soddisfare le esigenze quotidiane di quasi il 90% degli automobilisti.

Si ritiene che nel 2030 il 25% delle automobili saranno elettriche.

Le difficoltà sono ancora molte, sia riguardo al costo d’acquisto ma soprattutto riguardo all’infrastruttura che dovrebbe garantire la ricarica delle auto elettriche.

Attualmente le stazioni dove ricaricare le auto elettriche sono poche, perché le auto elettriche sono poche  e viceversa.

COME FUNZIONA LA RICARICA DELLE AUTO ELETTRICHE

L’energia elettrica accumulata nella batteria di un auto elettrica è di circa 20 kWh, ma ci sono in circolazione diversi modelli con batterie da 30 kWh.

Con un caricabatteria da 3 kW occorrono quindi circa 7 ore per fare il pieno di un’ auto elettrica  con batteria da 20 kWh.

In effetti è quello che può fare un privato in casa propria durante la notte, tramite una normale presa a spina da 16 A alimentata dal contatore ordinario e contratto di fornitura di potenza impegnata di 3 kW.

Un interruttore differenziale da 30 mA, tipo A, serve per la sicurezza elettrica.

Le stazioni di ricarica sono più complesse.

I SISTEMI DI CARICA E COME RICARICARE LE AUTO ELETTRICHE

Per vedere come ricaricare le auto elettriche, occorre approfondire i vari sistemi di carica di un auto elettrica.

La norma di riferimento per le stazioni di ricarica dei veicoli elettrici è la CEI EN 61851 – 1 che prevede:

 _  Tre tipi di connessione a seconda del tipo di collegamento del veicolo elettrico all’impianto elettrico (rete) di distribuzione dell’energia elettrica.

_ Quattro modi di ricarica,  intendendo per modo di ricarica le modalità con le quali l’energia elettrica viene trasferita dall’alimentazione fissa al sistema di accumulo del veicolo elettrico.

TIPI DI CONNESSIONE

CONNESSIONE  TIPO A : Il cavo di alimentazione è fissato al veicolo elettrico all’altra estremità è dotato di spina ad uso domestico o industriale, oppure di spina apposita.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Caso%20A.jpg

CONNESSIONE TIPO B:  Il cavo di alimentazione è collegato al veicolo elettrico da un connettore mobile e all’altra estremità è dotato di spina ad uso domestico o similare, oppure di apposita spina.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/caso%20B.jpg

CONNESSIONE TIPO C: Il cavo di alimentazione è collegato al veicolo da un connettore e all’altra estremità è collegato permanentemente all’impianto elettrico.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Caso%20C.jpg

COLLEGAMENTO AL VEICOLO

Nella connessione tipo A, il veicolo è dotato di un cavo flessibile ancorato al veicolo stesso.

Nella connessione tipo B e C, la connessione al veicolo avviene tramite un “connettore” con la spina (di connettore) sul veicolo e la presa (di connettore) sul cavo flessibile, i quali prendono il nome di:

  • Connettore fisso (sul veicolo)
  • Connettore mobile ( sul cavo flessibile)

COLLEGAMENTO ALL’IMPIANTO

Nella connessione tipo A e B il collegamento all’impianto elettrico avviene tramite presa (fissa) e spina, mentre nella connessione tipo C il cavo flessibile è permanentemente collegato alla rete (senza presa a spina).

MODI DI CARICA

Il modo di carica, come  detto è la modalità con la quale l’energia viene trasferita dall’alimentazione fissa al sistema di accumulo  del veicolo elettrico.

Esistono quattro modi di ricarica:

Modo 1: Il veicolo elettrico è collegato alla rete tramite una presa a spina ordinaria, ad uso domestico o industriale, monofase o trifase fino a 16 A. Non c’è comunicazione tra il veicolo e l’alimentazione (assenza di circuiti di segnale).  Tale sistema è utilizzato per i veicoli leggeri e in ambito domestico.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Modo%201.jpg

Modo 2: analogo al caso precedente ma sul cavo di alimen­tazione è presente un dispositivo di controllo elettronico (control box) che garantisce la sicurezza delle operazioni.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Modo%202.jpg

Modo 3: tipologia di ricarica maggiormente utilizzata per le colonnine pubbliche. Vi è un controllo della ricarica nell’in­frastruttura, oltre al dispositivo di controllo.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Modo%203.jpg

Modo 4: in questo caso la corrente viene trasformata da alternata a continua all’interno dell’infrastruttura di ricarica e immessa nella batteria del veicolo, senza passare per il caricatore a bordo.

In questo caso, le correnti in gioco sono elevate e l’alimentazione da rete non avviene da presa a spina, ma tramite cavo flessibile fisso, connessione tipo C.

http://www.sfelettrici.it/img/cms/Modo%204.jpg 

 

 Depliant >> Wallbox ricarica auto elettriche

Leave your comment

Categorie

Blog tags

There is no tag
PrestaShop